Questo sito utilizza cookie (propri o di altri siti) per salvare informazioni e tracciare dati di navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie Clicca qui Altrimenti accedi a un qualunque elemento del sito.

Ok

DIFFICOLTÀ DIGESTIVE IN GRAVIDANZA

Momenti speciali della gravidanza da vivere appieno

2° TRIMESTRE

Il secondo trimestre, che inizia a partire dalla quattordicesima settimana di gravidanza, è un momento particolarmente bello per la vita della futura mamma che è finalmente serena nel condividere la bella notizia con le persone intorno a lei.

COSA SUCCEDE NEL SECONDO TRIMESTRE?

Le trasformazioni fisiche e le rotondità nel corpo iniziano a essere più evidenti. In generale è questo il periodo emotivamente più sereno, in cui i principali timori sull’avanzare della gravidanza vengono superati. A questo si aggiunge che, per molte donne, nausea e senso di vomito iniziano ora ad affievolirsi o si fanno meno frequenti.

COME SI MANIFESTANO LE DIFFICOLTÀ DIGESTIVE?

Non bisogna lasciarsi spaventare dai problemi digestivi. Questi infatti, durante la gravidanza, sono assolutamente normali. Il processo digestivo potrebbe infatti essere rallentato per effetto ormonale, ma non solo: in concomitanza con i pasti si può avvertire una sensazione di peso sullo stomaco e di pienezza. Questa è determinata dall’aumento del volume dell’utero che provoca una compressione sullo stomaco spesso associata a iperacidità. Niente che non possa però essere risolto per continuare a vivere una gravidanza serena.

COSA POSSO FARE?

Puoi adottare alcune buone pratiche per facilitare il compito dell’apparato digerente:

  • Fai pasti piccoli e frequenti, per non sovraccaricare l’organismo;
  • Bevi acqua, in piccole quantità ma spesso nell’arco della giornata, per evitare problemi di reflusso e mantenerti idratata;
  • Mastica bene e con calma. Può sembrare banale, ma ogni processo digestivo inizia con la masticazione. Se questa è lenta e attenta, può semplificare l’intera digestione;
  • Evita cibi grassi e piccanti, e preferisci cibi ad alto contenuto di proteine e di carboidrati;
  • Bevi tè deteinato o camomilla (con moderazione) ed evita bevande gassate (che gonfiano lo stomaco e aumentano gli acidi gastrici);
  • Non coricarti subito dopo mangiato ma aspetta di aver digerito;
  • Consuma zenzero (placa il senso di nausea, è un antiossidante naturale e stimola la digestione), liquirizia (antinfiammatoria) o menta (rilassa i tessuti muscolari). Deve comunque essere un uso moderato, perché anche l’abuso di questi rimedi non è salutare;
  • Cerca, per quanto possibile, di contenere l’aumento di peso, per non aumentare il carico che grava su stomaco e apparato digerente.


PERCHÉ BIOCHETASI?

Oltre a provare queste buone pratiche, se il problema persiste, puoi assumere Biochetasi. Grazie alla sua formulazione specifica, infatti, può essere assunto da donne in stato di gravidanza o allattamento. Biochetasi, formulato con citrati e vitamine, è in grado di contrastare i disturbi gastrici. In particolare, regola l’iperacidità gastrica grazie alla presenza di citrati e carbonati, favorisce i processi digestivi con le Vitamine B1 e B2, e contrasta la sensazione di nausea con la Vitamina B6.

DIFFICOLTÀ DIGESTIVE? SCOPRI DI PIÙ SUI PRODOTTI CONSIGLIATI BIOCHETASI