Questo sito utilizza cookie (propri o di altri siti) per salvare informazioni e tracciare dati di navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie Clicca qui Altrimenti accedi a un qualunque elemento del sito.

Ok

BRUCIORE DI STOMACO

Dolore e fastidio alla bocca dello stomaco

Il bruciore di stomaco, detto anche pirosi gastrica, è una sensazione dolorosa di bruciore alla bocca dello stomaco che può durare da pochi minuti ad alcune ore. Si accompagna spesso a iperacidità e al reflusso gastro-esofageo.

Come si manifesta?

La sovrapproduzione di acidi gastrici determina i sintomi tipici (rigurgiti e bruciori) che originano alla bocca dello stomaco, tendono a irradiarsi verso lo sterno e a volte fino alla gola (reflusso gastro-esofageo). Spesso il bruciore di stomaco è accompagnato da nausea, crampi addominali, gonfiore, difficoltà o dolore nella deglutizione, tosse secca e persistente e senso di pesantezza.

Perché si verifica?

Il bruciore di stomaco è causato dall’incapacità dello stomaco di svolgere adeguatamente le sue funzioni e di mantenere l’equilibrio tra fattori aggressivi e fattori protettivi. I fattori aggressivi, come gli acidi gastrici, sono fondamentali per il processo di digestione (soprattutto delle proteine). Sono però anche in grado di corrodere la parete dello stomaco, che deve infatti essere difesa dalla barriera creata da muco e bicarbonato. Quando gli acidi prevalgono sui fattori protettivi, si innesca la progressiva lesione degli strati della parete gastrica. Questo porta dapprima a sintomi caratteristici lievi o medio-lievi, poi a gastriti e quindi alla successiva evoluzione in ulcere localizzate nello stomaco o nel duodeno. Ecco perché l’iperacidità è uno dei principali fattori scatenanti del bruciore di stomaco.
Le cause sono diverse da persona a persona ma è più probabile avere bruciori di stomaco se:

  • si esagera con il cibo;
  • si mangia molto cibo speziato, grasso, fritto o acido;
  • ci si sdraia subito dopo mangiato;
  • si vivono prolungati periodi di stress;
  • si fuma o si abusa di alcolici e farmaci.


Buone abitudini e rimedi

Stile di vita e alimentazione corretti fanno parte di una sana strategia di prevenzione. Quando questa non basta, può essere d’aiuto assumere Biochetasi. La sua specifica formulazione, infatti, aiuta a tamponare l’acidità che scatena il bruciore di stomaco e contribuisce a ripristinare l’equilibrio tra fattori aggressivi e fattori protettivi.

Chi colpisce?

Il bruciore di stomaco colpisce principalmente adulti e persone con età più avanzata, ma è anche un disturbo tipico delle donne in gravidanza, soprattutto nel terzo trimestre.

BRUCIORE DI STOMACO? SCOPRI DI PIÙ SUI PRODOTTI CONSIGLIATI BIOCHETASI