Questo sito utilizza cookie (propri o di altri siti) per salvare informazioni e tracciare dati di navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie Clicca qui Altrimenti accedi a un qualunque elemento del sito.

Ok

NAUSEA E VOMITO

Malessere diffuso e squilibrio gastrointestinale

La nausea è un disturbo caratterizzato da una sensazione di spossatezza e malessere generale, localizzata all’altezza della bocca dello stomaco, accompagnata da desiderio di vomitare. Il vomito, o emesi, è l’espulsione rapida di contenuto gastrointestinale dalla bocca, di origine alimentare o acida. Se si presenta in modo intenso, può portare a disidratazione e perdita di liquidi e sostanze nutrienti.

Come si manifestano?

Nausea e vomito sono disturbi che indicano una situazione di generale malessere dello stomaco e di alterato equilibrio gastrointestinale. Causano un senso di spossatezza e di malessere diffuso in tutto l’organismo, e si presentano generalmente insieme ad altri sintomi:

  • Pallore;
  • Vertigini e capogiri;
  • Sudorazione abbondante;
  • Battito cardiaco accelerato (tachicardia);
  • Spesso insorge il disgusto per determinati cibi o odori;
  • Abbondante produzione di saliva.


PERCHÉ SI VERIFICANO?

Nausea e vomito si verificano spesso in concomitanza a patologie, stati influenzali, fattori ormonali e stati psico-emotivi intensi. Quando stiamo male, il nostro corpo tende a produrre la sensazione di nausea, fastidiosa e talvolta dolorosa, ma spesso assolutamente normale. Il vomito è infatti il modo che ha il nostro organismo per rigettare le sostanze tossiche che ne alterano l’equilibrio.

Entrambi possono verificarsi come reazione a farmaci, indigestioni o intossicazioni alimentari. Sono spesso associati a diverse patologie (come diabete, ulcera, labirintite, emicrania, influenza). Si verificano normalmente in soggetti sottoposti a chemioterapia o in stato di gravidanza. Possono presentarsi anche dopo attività sportive o sforzi molto intensi. Nausea e vomito possono anche essere sintomi di dispepsia. Anche l’ansia o lo stress possono favorire la nausea o l’insorgere di altri disturbi.

Buone abitudini e rimedi

In caso di vomito si consiglia di bere molta acqua a piccoli sorsi e di integrare i sali minerali per reidratarsi, oltre che evitare cibi pesanti, troppo grassi o eccessivamente liquidi. È sconsigliato bere bibite gassate, alcolici e bevande che contengono caffeina, mentre può essere utile consumare cibi secchi (come biscotti o fette biscottate). All’occorrenza, si può assumere Biochetasi che interviene per combattere il senso di nausea e vomito.

Chi colpiscono?

Nausea e vomito sono molto frequenti tra le donne in stato di gravidanza (la maggior parte ne soffre durante il primo trimestre). Tuttavia, ne sono spesso soggetti anche i bambini, a causa di stati influenzali o stress psico-emotivo, e gli adulti, in particolare fino ai 50 anni.