Questo sito utilizza cookie (propri o di altri siti) per salvare informazioni e tracciare dati di navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie Clicca qui Altrimenti accedi a un qualunque elemento del sito.

Ok

9 mesi in serenità. Buone abitudini per una gravidanza tranquilla

La gravidanza, per moltissime donne, è uno dei momenti più attesi della propria vita. Forse IL momento più atteso. Che sia la prima o meno, rappresenta un periodo unico nella vita. Un periodo che va vissuto al meglio, godendosi ogni istante, trattenendo li più a lungo possibile tutta la dolcezza, la tenerezza e l’intensità di questi 9 mesi.


Spesso possono insorgere dei piccoli disturbi, dei fastidi passeggeri, soprattutto per quanto riguarda la digestione; nausea, gonfiore, pesantezza, bruciore sono una vera scocciatura! Per fortuna non si tratta di niente di grave o di serio: sono disagi che si possono risolvere facilmente con qualche attenzione e adottando alcune buone abitudini.


Quali disturbi possono verificarsi durante la gravidanza?

I disagi che riguardano l’apparato digerente, ovviamente, non si presentano sempre nello stesso modo, dipendono dalla gravidanza, da molti fattori che l’hanno preceduta, come l’alimentazione e lo stile di vita della futura mamma. Questi disturbi sono comunque normali conseguenze del cambiamento ormonale che si verifica durante la gravidanza, in particolare della produzione di progesterone e dell’aumento di dimensioni dell’utero a danno dello stomaco.


Anche questi disturbi seguono la classica tripartizione della gestazione: durante il primo trimestre, infatti, è più frequente accusare nausea e vomito, durante il secondo in genere insorgono i problemi di digestione (come sensazione di pienezza e gonfiore) e nel terzo arriva il bruciore di stomaco. Ma come si possono prevenire, o alleviare, questi fastidi?


Piccoli semplici accorgimenti una gravidanza serena

Per fare in modo di vivere una gravidanza serena bastano poche buone norme, sia per quanto riguarda le abitudini alimentari che lo stile di vita. Sono pochi cambiamenti, semplici da mettere in pratica, che possono rendere più agevole il viaggio verso la meta finale. E aiutare le donne incinte a pensare solo a quello che conta davvero.

È dunque fondamentale partire dall’alimentazione: è importante curarla sempre, perché in realtà influisce sullo sviluppo della gravidanza ancor prima che questa cominci. Non parliamo però solo di divieti! Ci sono anche tanti alimenti gustosi, magari a volte dimenticati, che possono essere riscoperti proprio in questi 9 mesi. Ricordatevi però che non serve mangiare per due: questa è una falsa leggenda, perché la realtà è che bisogna sì aumentare l’apporto calorico giornaliero, ma di poco (tra le 250 e le 450 calorie lungo tutta la gravidanza). Anche il Ministero della Salute ha segnato delle utili linee guida per l’alimentazione delle future mamme:

  • Si comincia naturalmente seguendo una dieta equilibrata che comprenda tutti i principi nutritivi;
  • È bene fare 4-5 pasti al giorno, riducendo le porzioni per non affaticare l’apparato digerente;
  • Mangiare lentamente, masticando bene, semplifica la digestione e aiuta a ridurre il gonfiore;
  • Occorre bere molto per mantenersi idratate (almeno 2 litri d’acqua al giorno, meglio se naturale);
  • Occorre cercare di consumare sempre alimenti freschi, perché in questo modo il loro contenuto di vitamine e minerali rimane inalterato;
  • Va assolutamente eliminato il consumo di alcolici, dannoso per il feto;
  • Per quanto riguarda la carne, meglio consumare quelle magre (come pollo e tacchino);
  • La carne rossa va limitata il più possibile e comunque deve sempre essere ben cotta:
  • Si possono mangiare pesci come sogliola, merluzzo, palombo, dentice, orata, mentre è meglio limitare tonno, salmone e altri pesci di grandi dimensioni che possono contenere livelli più alti di mercurio. Anche il pesce deve sempre essere ben cotto e va evitato quello crudo, come il sushi;
  • Vanno bene i formaggi magri, come ricotta, crescenza robiola, fiocchi di latte, così come latte e yogurt magri;
  • È importante mangiare molta frutta e verdura, meglio se di stagione, e soprattutto sempre ben lavata;
  • Il cioccolato può essere utile per regolarizzare la pressione di madre e nascituro. L’ideale sono 30 gr al giorno di fondente con almeno il 79% di cacao.

È bene limitare il consumo di tè e caffè, ridurre l’uso di sale e il consumo di zuccheri: meglio carboidrati complessi come le 3P (pane, pasta e patate). Sono molto importanti anche le proteine delle uova, ma è meglio non mangiarne più di 2 a settimana, sempre ben cotte. Come condimento, preferite sempre l’olio extravergine di oliva.


Alcuni suggerimenti possono essere molto utili per adottare uno stile di vita che aiuti il corretto proseguimento della gravidanza.

  • Prima di tutto è fondamentale abolire il fumo (aumenta il rischio di aborto, rallenta lo sviluppo fetale e accresce la probabilità di contrarre malattie);
  • Cercate di contenere l’aumento di peso, non lasciandovi andare a troppe voglie poco salutari e facendo dell’attività fisica leggera;
  • Usate un cuscino in più per dormire in una posizione leggermente più eretta ed evitare in questo modo il ristagno di acidi gastrici;
  • È abbastanza ovvio, ma è sempre bene sottolinearlo: fate controlli periodici dal ginecologo;
  • Distraetevi con hobby o attività, dialogate con il vostro partner o le vostre amiche, condividete ciò che sentite in questo periodo davvero unico e cercate di evitare lo stress, per quanto possibile.

Con pochi suggerimenti, la vostra gravidanza sarà più tranquilla e serena. Lasciandovi libere di godervi il viaggio.