1. Home
  2. Cosa cura
  3. Nausea e vomito
  4. Mal di stomaco e nausea: sintomi, cause e rimedi

Mal di stomaco e nausea

Possono essere molteplici le cause per le quali mal di stomaco e nausea vanno a braccetto e si manifestano insieme.

La nausea, malessere che si accompagna ad un forte sensazione di disgusto verso il cibo e che è spesso l’anticamera del vomito diventa ancora più insopportabile se accompagnata da mal di stomaco, pesantezza, bruciore, acidità, meteorismo e reflusso gastroesofageo.

Cause

Quando mal di stomaco e nausea sono leggeri e si presentano saltuariamente, magari in concomitanza con la classica abbuffata fuori programma o per aver mangiato cibi pesanti e difficili da digerire può essere sufficiente assumere un integratore o un farmaco da banco che contribuisce a normalizzare i processi digestivi e a tamponare l’acidità gastrica e rivedere le vostre abitudini e comportamenti alimentari.

Se invece i sintomi che si manifestano in concomitanza con la nausea sono più complessi e importanti allora conviene recarsi dal proprio medico per una diagnosi più precisa.

In questo caso, conviene annotare la sintomatologia che avvertite, in modo che possiate riportarla al medico in modo preciso in modo che possa farvi una diagnosi o prescrivervi analisi del sangue ed esami specifici.
In questo modo potrà verificare se le funzioni del fegato, del pancreas e dello stomaco sono nella norma. Infatti,  il mal di stomaco associato a nausea potrebbero sottendere a malattie acute:

  • infezioni gastrointestinali
  • ulcera
  • gastrite
  • stitichezza
  • labirintite
  • disturbi funzionali cronici che subentrano anche quando seguite un regime alimentare sano, tra cui:
    • dispepsia funzionale
    • sindrome del colon irritabile
  • intolleranze alimentari:
  • allergie verso alcuni alimenti

Più comunemente, però, l’accoppiata mal di stomaco-nausea potrebbe essere dovuta a:

  • indigestioni da classiche abbuffate
  • ansia e stress

Questi ultimi due fattori sono all’ordine del giorno: competizione, performance, velocità e rendimento sono sempre più connaturati al nostro modo di vivere. Mettono radici in ambito scolastico, per poi manifestarsi in tutta la loro interezza in ambito lavorativo.

Se alle problematiche lavorative si aggiungono anche situazioni famigliari complesse il quadro si complica, lo stress aumenta e lo stomaco e la nausea si stringono in un abbraccio sempre più forte e pericoloso per la qualità della vita, per la salute in generale e, nel caso specifico, per lo stomaco e la pancia.

Infatti, uno stile di vita condizionato dallo stress e dalla velocità si riversa sul mondo in cui si mangia e si digerisce.
Si ingurgitano quantità di cibo velocemente, si mastica poco e di fretta, il che provoca meteorismo, gonfiore addominale, eruttazione.
A pranzo, molto spesso, si manda giù un panino al volo, magari discutendo di lavoro con i colleghi. Si manda nello stomaco cibo, aria e nervosismo, un insieme che non aiuta certo la buona digestione ma anzi favorisce la dispepsia.

Se non si trovano delle soluzioni per placare l’ansia e cambiare marcia i problemi fisici si cronicizzano e incidono negativamente sulla salute.

Rimedi: la dieta

Limitiamoci a considerare quali possano essere i rimedi per il mal di stomaco e la nausea di tipo più comune, quelli causati da eccessi alimentari e da stress.

Una delle regole d’oro è che “mangiare meno fa star meglio”. Questo non vuol dire che dobbiamo sottoalimentarci, ma che dobbiamo evitare la sovralimentazione, cioè di assumere più calorie di quelle che ci servono.
Se si assume troppo cibo e quindi si hanno troppe calorie a disposizione il corpo va in affanno metabolico. Come prevenirlo?

  • Evitate cibi altamente calorici (snack, merendine, bibite zuccherate, dolci)
  • Eliminate cibi molto grassi e preferite alimenti sani e facilmente digeribili come cereali, verdure, frutta, carni bianche e pesce, preparati con modalità di cottura poco elaborate, preferibilmente ai ferri e al vapore.
  • Non mettete nello stesso piatto proteine diverse che rendono più complessa la digestione. Sceglietene una tra carne, pesce, uova o formaggi.
  • Evitate bevande ghiacciate, gassate, zuccherate e moderate le quantità di vino e alcol. Bevete piuttosto acqua naturale a temperatura ambiente o fresca.
  • Preferite le tisane digestive al caffè.
  • Usate condimenti sani come del buon olio di oliva a crudo da preferire al burro.
  • Per i condimenti limitate il pepe, il peperoncino, il curry e spingete di più sulle piante aromatiche mediterranee come il timo, il rosmarino, il basilico, la menta, la salvia, il dragoncello, l’alloro, il prezzemolo che rendono i cibi più digeribili.
  • Per insaporire primi e secondi di pesce e di carne provate il succo di limone a cui si può aggiungere la curcuma. Li renderà più digeribili
  • Non cenate troppo tardi. E In ogni caso non andate a dormire subito dopo, ma aspettate almeno tre ore prima di andare a letto.

Rimedi medicinali

Per combattere nausea e mal di stomaco può essere d’aiuto Biochetasi Granulato Effervescente, un medicinale da banco che interviene con un’azione molto rapida.

Grazie agli altri suoi principi – il sodio citrato, il potassio citrato e l’acido citrico – Biochetasi tampona anche l’iperacidità gastrica e favorire i processi digestivi, con le vitamine B1-B2-B6.

I suoi principi attivi contrastano anche l’insorgere di nausea e vomito durante la gravidanza.

Qualche suggerimento naturale

  • E’ una buona abitudine bere acqua e succo di limone ogni mattina a digiuno: aiuta a combattere stanchezza fisica, stress, dispepsia e irregolarità intestinali.
  • Si possono ottenere effetti ancora più benefici a livello gastrointestinale se si aggiunge zenzero all’acqua e al limone. Va bene grattugiato, almeno un cucchiaino, o a fettine. Da sempre è associato al benessere gastrointestinale ed usato per i disturbi digestivi; per combattere nausea e vomito e per proteggere le mucose intestinali.
    Tra le sue proprietà: limita la formazione di gas intestinali e ne favorisce l’espulsione combattendo pesantezza, meteorismo e gonfiori.

Mal di stomaco e nausea? Scopri di più sui prodotti consigliati Biochetasi